Rovigno-Rovinj 52210, piazza/Trg Matteotti, 13 - Tel. +385 52 811133 / 811412 - Fax +385 52 815786

Orari: da Lunedì a Venerdì 07.00-15.00 E-mail:info@crsrv.org

foto: Istria nel tempo: manuale di storia regionale dell'Istria  con riferimenti alla città di Fiume

Istria nel tempo: manuale di storia regionale dell'Istria con riferimenti alla città di Fiume

di Egidio Ivetic

Collana degli Atti n.26

L’Istria nel tempo è stata concepita come un libro di facile approccio, perciò dotato di alcuni accorgimenti (schede, parole chiave, indici) che rendono la consultazione immediata, una lettura anche a ritroso, o per temi selezionati; appunto un manuale. Una dettagliata cronologia e le parti che sintetizzano i sei grandi temi storici – la preistoria, l’età romana, il medioevo, i secoli XV-XVIII, l’Ottocento e il Novecento – sono affiancate da schede in cui sono approfonditi gli aspetti delle civiltà che si sono susseguite nella penisola nei secoli passati. Un manuale, ma anche una sintesi a tutto campo. La terza sintesi di storia istriana, per copertura dei periodi storici e mole del testo, dopo quelle di Carlo De Franceschi, Istria. Note storiche, del 1879 e di Bernardo Benussi, L’Istria nei suoi due millenni di storia, del 1924. Ora possiamo confermarlo.

Ciascun tema storico, dalla preistoria al Novecento, ha comportato un lavoro sulla storiografia specifica e quindi i compiti sono stati divisi tra gli autori. La narrazione di ogni periodo storico riflette i traguardi raggiunti nella ricerca; ciò vale per una storia fondata sui reperti, come nel caso del neolitico, così come per i secoli XVI-XVIII, sui quali ci sono sempre più studi, come per il Novecento, per il quale semmai c’era il problema della contrapposizione delle interpretazioni, in senso ideologico e nazionale. Nell’insieme, il volume non è a tesi, poiché ogni epoca è stata vista come un sistema chiuso di eventi, dinamiche, processi di varia durata in senso istituzionale, sociale, economico e culturale. Di periodo in periodo si è dovuto tenere conto dei traguardi raggiunti nello studio del neolitico, della storia romana, dell’alto medioevo adriatico, del medioevo veneziano, della storia di Venezia, della storia dei domini degli Asburgo, della storia dell’età napoleonica, della storia dell’Austria nell’Ottocento, degli studi sul fascismo e di quelli relativi alla Jugoslavia, che ormai è oggetto di sola storia.

indietro